Se la tua intenzione è quella di realizzare un progetto oppure portare avanti un sogno che hai nel cassetto, potresti ottenere la liquidità necessaria per farlo richiedendo un prestito o un finanziamento personale. Richiedere dei prestiti oggi è una pratica all’ordine del giorno. Inoltre, sono disponibili più tipologie di finanziamenti al giorno d’oggi, tra cui alcuni tra i più gettonati sono quelli che prevedono un rimborso della liquidità ottenuta in prestito attraverso la modalità della cosiddetta cessione del quinto.

In linea di massima, per la richiesta di un prestito occorre dimostrare una buona affidabilità creditizia e una situazione economico-finanziaria sufficiente per poter provvedere al rimborso della liquidità ottenuta in prestito senza troppi problemi. Sono previsti dei limiti di età per l’accesso al credito, vale a dire che per fare richiesta di un finanziamento occorre avere un’età compresa tra i 18 e i 75 anni. Bisogna inoltre dimostrare il possesso di un reddito stabile garantito dall’ultima busta paga o dal Modello Unico oppure dal cedolino della pensione, in base alle tipologie di lavori svolti dai richiedenti del prestito.

Cessione del quinto: di cosa si tratta

La cessione del quinto è una particolare modalità di rimborso prevista in Italia nel 1950. È un rimborso che prevede una trattenuta della rata mensile fino ad un quinto, ovvero il 20% del salario mensile, inteso come stipendio o come pensione. La cessione del quinto inoltre è la modalità di rimborso maggiormente permessa da coloro che sono considerati cattivi pagatori oppure da chi non ha la possibilità economica di dimostrare delle entrate economiche fisse e stabili. La cessione del quinto prevede quindi una trattenuta diretta del 20% del proprio stipendio, considerato al netto da oneri e spese accessorie.

L’accordo di rimborso avviene quindi tra l’ente di credito che ha concesso la somma e il datore di lavoro o l’ente pensionistico che si occupa di erogare lo stipendio o la pensione del soggetto debitore. Tramite la cessione del quinto, la banca può quindi tutelarsi economicamente, dato che è sicura di assicurarsi il reintegro delle rate senza il rischio di incorrere in inadempimenti o in insolvenze economiche da parte del richiedente del prestito.

Quali limiti prevede la cessione del quinto

La cessione del quinto, come abbiamo già detto, è una delle modalità di rimborso preferite sia dai debitori che dai creditori. Permette infatti di liberarsi dall’onere di ricordarsi la data di scadenza prevista per ogni rata mensile e allo stesso tempo tutela economicamente il creditore, liberandolo dall’ansia di incorrere in insolvenze o inadempienze economiche da parte del debitore. Tuttavia, la cessione del quinto prevede anche alcuni limiti.

Non sempre è possibile avere accesso a questa modalità di rimborso. Se ad esempio il reddito che si percepisce mensilmente non viene considerato sufficiente per accedere al credito, allora il creditore non permetterà di prelevarne fino a un quinto. La legge italiana impone infatti che il minimo reddito necessario per sopravvivere è di circa 500€ mensili. Se si percepisce ogni mese una somma che si aggira sui 500€, difficilmente si potrà richiedere un prestito con rimborso con cessione del quinto, dal momento che prevederebbe una trattenuta di un quinto del proprio salario mensile. Inoltre, se si dispone di un reddito non troppo elevato difficilmente si avrà la possibilità di richiedere ottenere somme abbastanza elevate. Scopri molti altri dettagli su questi prestiti sul sito Il Migliore Prestito.

Contratto di prestito: come funziona

Il prestito con cessione del quinto ha una struttura abbastanza simile a quella di un prestito tradizionale. Un contratto di prestito con cessione del quinto di tipo standard prevede l’inserimento di più dati, tra cui:

  • dati del cliente;
  • importo richiesto ed erogato;
  • numero delle rate mensili di rimborso;
  • tassi di interesse applicati;
  • eventuali garanzie e coperture assicurative richieste.
  • Prestiti con rimborso con cessione del quinto: come funziona e vantaggi